<i>"The Name of Our Country is América" - Simon Bolivar</i> The Narco News Bulletin<br><small>Reporting on the War on Drugs and Democracy from Latin America
 English | Español | Português | Italiano | Français | Deutsch | Nederlands November 22, 2017 | Issue #44


Making Cable News
Obsolete Since 2010


Set Color: blackwhiteabout colors

Print This Page
Commenti

Search

Narco News Issue #43

Narco News is supported by The Fund for Authentic Journalism


Follow Narco_News on Twitter

Sign up for free email alerts list: English

Lista de alertas gratis:
Español


Contact:

Publisher:
Al Giordano


Opening Statement, April 18, 2000
¡Bienvenidos en Español!
Bem Vindos em Português!

Editorial Policy and Disclosures

Narco News is supported by:
The Fund for Authentic Journalism

Site Design: Dan Feder

All contents, unless otherwise noted, © 2000-2011 Al Giordano

The trademarks "Narco News," "The Narco News Bulletin," "School of Authentic Journalism," "Narco News TV" and NNTV © 2000-2011 Al Giordano

XML RSS 1.0

Su slealtà, nuove frodi (ora mascherate da “lotta alla delinquenza”) e piani non così tanto occulti

Vari delegati partiranno, aspettano solo la conferma del popolo indigena Cucapá, in Baja California, per annunciare la ripresa del giro


di Subcomandante Insurgente Marcos

Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale

9 febbraio 2007

Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale Messico

6 febbraio 2007

A chi di competenza:

va un comunicato su slealtà, nuove frodi (ora mascherate da “lotta alla criminalità) e piani non molto occulti.

Noi stiamo bene (lo so che non vi importa, lo dico solo per dar fastidio) e stiamo preparando tutto per la seconda tappa. Dicono che partiranno molti delegati e che si aspetta solo la conferma del popolo indigeno cucapá, in Bassa California, per annunciare la ripresa del giro. Una fonte (non)affidabile, la cui identità non può essere rivelata (ma che somiglia in modo incedibile ad uno scarabeo), ha rivelato che sarà in marzo.

Come? Siete costernati perché quello dello Yucatan è solo una dimostrazione di una lunga lista? Odio dire che l’avevo detto, ma l’avevo detto.

Adesso scrivete pure che il movimento di AMLO e l’Altra devono mettersi d’accordo (già!), mentre si continuano a reclutare i resti del naufragio dello Yunque, rimpiazzato dai tradizionalisti di Calderón. O, perché no, fate una caricatura per dire che noi, dell’Altra, facciamo il gioco della destra; ed un’altra che plaude alla “yunquista” neoconvertita – magnifico! – alla “rivoluzione democratica”? O un DVD dal titolo Chi è la signora Payán? per poi distribuirne milioni di copie (per vedere se così convincete qualcuno)? O un palco dipinto di giallo, nero… ed azzurro? O un “dialogo nazionale” con la Rosa come oratrice principale (andiamo, se ormai ricevete messaggi “fraterni” dal Napito, tutto è valido, no?)? O un lungo saggio per spiegare perché la CND lopezobradorista deve avvicinarsi al Yunqueorfano? O un’indignata filippica, emessa dal Cono Sud, per rimproverare il settarismo dell’Altra? O perché non alcune colonne giornalistiche che rimarcano il carattere “storico” e “fondante” della coincidenza con la destra più turpe?

O magari una biografia del nuovissimo gabinetto del “governo legittimo”? Per esempio di Gustavo Iruegas. Uno degli architetti del massacro di Acteal, apologeta della strategia (fallita) di “bisogna colpire l’EZLN affinché dialoghi”, uno dei “non vedo, non sento” della delegazione governativa al tavolo sulla democrazia a San Andrés, colui che ha detto che il PRI non avrebbe mai lasciato il potere e che gli zapatisti se ne facessero una ragione (quattro anni dopo perdeva le elezioni, quella volta sì, senza frode), colui che è passato dallo zedillismo nel grembo di Jorgito Castañeda (vero, per andare dove?... per cosa?... sperando in una candidatura per il PRD?... Dai!), l’attuale distinto “difensore” della lotta democratica.

Ed anche quello dei militari nella lotta al narco (e della conseguente militarizzazione della vita civile), non era una delle proposte elettorali di AMLO? [si veda: La Jornada, 30 gennaio 2006].

Ed ora si lamentano che Calderón ha “copiato” le loro proposte “populiste”?

È di sinistra un programma che è adottato senza problemi dalla destra? Sembra una geometria impossibile (mmh… questa l’ho già sentita).

Sia come sia, non agitatevi, verso il 2011 si dimenticherà tutto, torneranno a scrivere la storia (il metodo “taglia e incolla”, Collingwood dixit), e si tornerà a dire che AMLO (o Ebrard, perché quando si gioca alla grande non esiste lealtà, domandate a Cuauhtémoc) è l’alternativa “di sinistra”, e che chi lo critica è di destra… anche se candidato del PRD (o come si chiamerà il nuovo partito); si ritornerà a sommergerci di sondaggi; a ridirci che “è urgente fermare la destra, il resto verrà poi”; torneranno sui palchi a “indirizzare le masse”; si vedrà di nuovo come si spegne tutto. Poi, il dopo sbornia e l’oblio (“è che bisogna prepararsi per il 2018, mio caro”).

Ho detto 2011? Mmh… credo che per allora… bene, ma questa è un’ALTRA cosa.

Bene. Salute e, come ha detto non so chi, manca quello che manca.

Dalle montagne del Sudest Messicano
Sup Marcos (io tapino)

P.S. Oggi non ci sono post scriptum (ma ho una vignetta bellissima, non la volete?)

Ma c’è sempre un P.S. Perchè vediate che non serbiamo rancore vi diamo alcuni suggerimenti per future “dissociazioni”:

a) Dissociazioni camuffate da libri: Il mio passaggio nel yunquismo e Addio Faccia di Peje.

b) Dissociazioni camuffate da dichiarazioni ai giornalisti:

- “Alla mia età non posso più stare con quell’imitazione di destra popolare prolungata”.

- “Lui (riferendosi ora ad AMLO) ha ordinato di cacciarmi dalla riunione”.

c) Ripetizione di slogan secondo il caso:

L’autocritica: “È un errore stare con Obrador”.

Il cinismo: “È un onore stare nell’errore”.

Il risentimento: “È amaro stare con Obrador”.

E chi non sa dove mettersi: “È un orrore stare con Obrador”.
Cosa? Non vi sono piaciuti? Fatemi pensare e poi ve ne mando Altri (mmh… esiste un servizio postale ad Almoloya?).

Il Sup Reloaded and Improved (arrrrrrrrrroz con leche!)

Share |

Fai clik qui per altro ancora dell’Altro Giornalismo con l’Altra Campagna

Read this article in English
Lea Ud. el Artículo en Español
Lesen Sie diesen Artikel auf Deutsch
Lisez cet article en français

Discussion of this article from The Narcosphere


Enter the NarcoSphere for comments on this article

For more Narco News, click here.

The Narco News Bulletin: Reporting on the Drug War and Democracy from Latin America