<i>"The Name of Our Country is América" - Simon Bolivar</i> The Narco News Bulletin<br><small>Reporting on the War on Drugs and Democracy from Latin America
 English | Español | Português | Italiano | Français | Deutsch | Nederlands July 20, 2018 | Issue #44


Making Cable News
Obsolete Since 2010


Set Color: blackwhiteabout colors

Print This Page

Search

Narco News Issue #43

Narco News is supported by The Fund for Authentic Journalism


Follow Narco_News on Twitter

Sign up for free email alerts list: English

Lista de alertas gratis:
Español


Contact:

Publisher:
Al Giordano


Opening Statement, April 18, 2000
¡Bienvenidos en Español!
Bem Vindos em Português!

Editorial Policy and Disclosures

Narco News is supported by:
The Fund for Authentic Journalism

Site Design: Dan Feder

All contents, unless otherwise noted, © 2000-2011 Al Giordano

The trademarks "Narco News," "The Narco News Bulletin," "School of Authentic Journalism," "Narco News TV" and NNTV © 2000-2011 Al Giordano

XML RSS 1.0

Giornata pro immigrati

L'Altra Campagna va dall'altra parte


di Gloria Muñoz Ramírez
La Jornada

3 febbraio 2007

I provvedimenti razzisti contro i lavoratori immigranti e le loro famiglie negli Stati Uniti continuano a causare proteste tra la comunità latina, principalmente messicana, che lotta per i suoi diritti civili ed umani.

Questo fine settimana, a Richmond, Virginia, diverse organizzazioni convocano la Giornata per la giustizia dell’immigrato, al fine di respingere pubblicamente le nuove iniziative legislative anti-immigrati, le quali, se approvate, criminalizzeranno chi aiuta, trasporta o visita un clandestino (professori, sacerdoti, avvocati, dottori, organizzazioni comunitarie e di difesa dei diritti degli immigrati, così come parenti, amici o vicini che incontrino un clandestino, potranno essere processati come criminali).

La giornata di mobilitazioni promossa, tra altre organizzazioni, da Messicani senza Frontiere (MSF), membro attivo dell’altra campagna dall’altra parte, è per impedire che i legislatori approvino che si consideri un crimine risiedere in Virginia essendo sprovvisto di documenti; che si conferisca autorità alla polizia per fermare immigrati sprovvisti di documenti senza un mandato; il rifiuto di entrare nelle università a studenti sprovvisti di documenti; o esigere una prova di status legale ai genitori o tutori per potere iscrivere uno studente.

Secondo le informazione di MSF, rete di comunità autonome di immigranti con lavoro negli stati di Virginia, Maryland e Washington, DC, l’attuale giornata include quattro giorni di mobilitazioni iniziati questo venerdì 2 febbraio con un digiuno nel parco di Capitol Square. Per questo sabato è previsto un corteo da Monroe Park a Capital Square, azioni civili e culturali ed un rally; domenica prossima si svolgerà un evento ecumenico a Capital Square, e lunedì una consultazione pubblica nello stesso parco, una conferenza stampa, la conclusione del digiuno e l’inizio formale delle visite agli uffici dei legislatori.

La lotta, ovviamente, non comincia con questa giornata. I soprusi sono accumulati. Solo nel primo periodo del 2007, informa MSF, in contee e città come Culpeper, Manassas, Herndon, Prince Wiliam County e Fairfax County, sono stati approvati accordi affinché la polizia locale e gli ufficiali delle prigioni partecipino in attività che competono unicamente alla migrazione. Ora sono loro che sembrano autorizzati a “fermare ed investigare sullo status di una persona e eseguire la deportazione immediata dei clandestini; anche limitare l’accesso, includendo i bambini, ai servizi sanitari ed all’educazione, e sanzionare aziende o privati che impieghino, affittino o diano una casa ai clandestini”. Inoltre, denunciano, la polizia migratoria ha eseguito retate in aziende e quartieri, fermando decine di genitori che sono stati separati dai loro figli e probabilmente passeranno mesi in prigione prima di essere espulsi.

Partecipare a questa giornata, denunciare la situazione degli immigrati, diffondere e protestare è compito di questa e dell’altra parte.

(Traduzione Comitato Chiapas “Maribel” – Bergamo)

Share |

Fai clik qui per altro ancora dell’Altro Giornalismo con l’Altra Campagna

Lea Ud. el Artículo en Español

Discussion of this article from The Narcosphere


For more Narco News, click here.

The Narco News Bulletin: Reporting on the Drug War and Democracy from Latin America